INIZIA DA QUI

La Finanza Personale è... Personale!

La finanza personale è, per l’appunto, personale.

La finanza personale non riguarda quello che fanno i tuoi amici con i loro soldi, quello che fanno i tuoi genitori con i loro soldi o quello che fa qualche celebrità con i suoi soldi.

La finanza personale è la scienza e l'applicazione di come si guadagna, si spende, si risparmia, si tiene traccia, si investe e si costruisce la propria ricchezza nel tempo. È una questione personale: il controllo delle vostre finanze dipende esclusivamente da te.

 

La Finanza Personale è Personale

Quando si pensa alla finanza personale, possono sorgere migliaia di domande:

  • Quanto dovrei risparmiare?
  • Quanto dovrei investire?
  • In cosa dovrei investire?
  • Quali sono le società o le attività che possono offrire il miglior ritorno sui miei investimenti?
  • Quali banche o carte di credito dovrei usare?
  • A chi posso rivolgermi per avere consigli sulle mie finanze?

Prima di porci una qualsiasi di queste domande, dovremmo innanzitutto guardarci dentro e capire che la finanza personale è un fatto personale. Dobbiamo innanzitutto porci le domande giuste e capire quali sono i nostri obiettivi.

Di seguito sono riportate alcune domande per iniziare:
Che tipo di stile di vita vuoi avere? Cosa ti piace fare? Vuoi viaggiare per il mondo? E passare più tempo con la tua famiglia? Vuoi trascorrere gli inverni italici a Dubai? Vuoi andare al Super Bowl? Vuoi mangiare fuori ogni settimana? Vuoi avviare un'attività in proprio? Che ne dici di andare in pensione a 45, 55 o 65 anni? Vuoi pagare l'università ai tuoi figli?

Ma la domanda più importante da porsi e che avrà il massimo effetto sulle tue finanze è la seguente:

Qual è il tuo rapporto con il denaro?

Una volta capito dove vuoi andare nella vita e quale stile di vita desideri, puoi iniziare a elaborare un piano e finalmente iniziare a costruire la vita dei tuoi sogni.

 

Creare un piano finanziario personale

È così semplice, eppure molte persone non dedicano il tempo necessario a porsi le domande necessarie e a mettere in atto il proprio piano monitorando i progressi finanziari ogni mese, che si tratti di budgeting, di risparmiare l'X% al mese o di pagare i debiti per il futuro. Anche in questo caso, sta a te decidere come mettere in pratica il tuo piano.

In questa situazione può essere utile definire l'obiettivo usando l’acronimo SMART:

SMART = Specifico, Misurabile, Raggiungibile, Realistico e Temporale.

Specifico: Quale cifra vuoi raggiungere?

Misurabile: E’ misurabile? “Fare tanti soldi” è un sogno; “guadagnare 1 milione” è un obiettivo.

Raggiungibile: L'obiettivo è possibile? Ad esempio: "Otterrò un nuovo cliente al mese per la mia attività secondaria"

Realistico: È realistico?  Ad esempio, è improbabile che guadagnerai 1 miliardo l'anno prossimo se quest’anno fai 100.000€…

Periodo di tempo: In quanto tempo raggiungerai quest’obiettivo?

Scrivi il tuo obiettivo, lavora a ritroso partendo dai tuoi sogni, ma poi crea un piano.
Fate una lista: qual è la più piccola azione che puoi fare oggi per raggiungere il tuo obiettivo finanziario?
Facendo queste tre cose, ponendoti le domande giuste, individuando i tuoi desideri e le tue esigenze e creando un piano per raggiungere il tuo obiettivo, sicuramente inizierai a migliorare la tua situazione finanziaria.
Capirai quali sono le tue esigenze personali dal punto di vista finanziario e potrai apportare modifiche nel tempo per allineare meglio le vostre azioni ai vostri obiettivi.

 

La Mia Storia col Denaro

Quando ero piccolo, sono stato esposto alla finanza personale attraverso i miei genitori e i miei nonni. Mia madre mi ha mostrato come far quadrare il libretto degli assegni, come stilare un bilancio e come fare una lista della spesa possa far risparmiare denaro.
Durante l'estate andavo a trovare i miei nonni, e mia nonna mi dava 10€ la settimana da spendere per quello che volevo. Si assicurava che capissi che quei 10€ erano tutto ciò che avevo: se li avessi spesi, non ne avrei avuti altri.
Fin da piccola ho capito il valore del risparmio e della creazione di ricchezza per il futuro. Quando ho iniziato le scuole superiori e l'università, ho capito il potere del risparmio nel tempo, ma ora dovevo concentrarmi sulla costruzione del mio reddito.
Alle superiori ero già abbastanza intraprendente, avevo creato con dei compagni di classe un’associazione che organizzava eventi studenteschi e lavoravo come vocalist nei locali. Venivo pagato tra i 100€ e i 150€ a serata inizialmente; in più, prendevo una commissione sui consumi delle persone che portavo nel locale. Totale: mi portavo a casa quasi 2000€ al mese, che, per un ragazzo non ancora maggiorenne, era una bella cifra!
Riuscivo quindi a metter da parte una bella cifra, dato che la triennale universitaria mi veniva pagata da mia madre.

Poi, a 22 anni, dopo la laurea triennale, mia madre ha tagliato il sostentamento. Mi disse che ero grande abbastanza per farcela da solo e da quel momento ho iniziato seriamente a pensare alla pianificazione patrimoniale. Guadagnavo bene, ma ora avevo anche delle spese importanti: mi ero iscritto a un Master, avevo iniziato a lavorare per una società di gestione patrimoniale e vivevo a Malta, dove, contrariamente a quanto si possa pensare, la vita costa più che in Italia!

Prima di tornare in Italia a 25 anni, sono passato da un guadagno di 5.000 Euro all'anno a 20.000 Euro all'anno, fino a 63.000 Euro all'anno.

 

Costruire Ricchezza attraverso il Network Marketing e aumentare il mio Reddito

Dopo la laurea e il mio ritorno in Italia, ho fondato TraDetector, ma non avendo clienti – né tantomeno esperienza per acquisirli – ho affiancato al mio business principale il Network Marketing. Ricordo che in tanti mi prendevano in giro perché pensavano che il MLM fosse un’attività da “sfigati”, da venditori di fumo. Ma io l’ho sempre visto come una vera e propria attività imprenditoriale, per cui ho ottenuto in poco tempo un flusso costante di entrate, che ho poi reinvestito nello sviluppo di TraDetector.

A 27 anni guadagnavo 150.000€ l’anno, di cui oltre 100.000€ di vere e proprie rendite passive. Avevo tempo di concentrarmi in TraDetector e la prima cosa che ho fatto è stata iniziare a registrare percorsi formativi, che poi vendevo su Udemy tra i 9€ e i 199€. Ok, la stragrande maggioranza dei corsi venivano venduti a 12€ circa, ma oggi – mentre scrivo questo articolo – più di 26000 persone hanno seguito almeno 1 dei miei corsi su Udemy. Fatti un po' due conti 😉

Come vedi, non ho fatto niente di particolarmente complicato o fortuito. Ho trovato un settore in cui mi piaceva lavorare, mi sono fatto due conti, ho stilato un piano e ho lavorato duramente per raggiungere il mio obiettivo: guadagnare 1 Milione di €uro prima dei 30 anni.

Ovviamente, in questa storia non ho inserito le miriadi di problemi che ho dovuto affrontare (e che affronterai anche tu), ma il fine non è cambiato. E ora posso passare al prossimo obiettivo: costruire ricchezza non più solo per me, ma anche per la mia futura famiglia, e imparare e crescere nel tempo per avere un impatto sulla vita degli altri. TraDetector PRO è nato proprio per questo.

Ogni mese continuo a tenere traccia delle mie spese e individuo dove sto riuscendo e dove sto fallendo, ma per me un aumento delle entrate vuol dire che riuscirò a risparmiare di più e a investire di più, non a spendere di più. Questo avrà un impatto molto maggiore rispetto alla riduzione delle spese mensili.
Risparmio circa il 60% del mio reddito al mese. Spendo un po' più di quanto dovrei per la mia casa (vivo a Dubai, ma ho un pied-a-terre anche in Italia) e mangio fuori un po' più del dovuto, ma non posso lamentarmi.

Sì, potrei risparmiare addirittura qualcosa in più, ma questo mi costringerebbe a modificare il mio stile di vita per cambiare casa (lasciando potenzialmente una buona situazione di pendolarismo), o a iniziare a comprare cibi all'ingrosso. In entrambi i casi, risparmierei solo qualche centinaio di euro in più al mese.

Un’altra cosa su cui investo molto è la mia formazione. Sto aggiungendo molte competenze alla mia “cassetta degli attrezzi”. Queste competenze si tradurranno nella mia capacità di fornire valore ai futuri clienti di TraDetector, che saranno soddisfatti e, a loro volta, parleranno bene di me con i loro amici e conoscenti e io acquisirò nuovi clienti senza spendere 1€ in pubblicità. Questo valore sarà compensato da un reddito più elevato in futuro, senza nessun investimento o spesa aggiuntiva.

Il mio obiettivo è costruire ricchezza per il mio futuro, per la mia futura famiglia, e imparare e crescere nel tempo per essere in grado di avere un impatto sulla vita degli altri.

 

Altre potenziali regole numero 1 della Finanza Personale

Quando ho pensato alla regola numero uno per la finanza personale, mi sono venute in mente diverse cose:

  • Vivere con i propri mezzi
    • "Vivere nei limiti delle proprie possibilità" significa spendere meno di quanto si guadagna. Se non spenderai mai più di quanto guadagni, non ti troverai mai nella situazione di essere a corto di denaro. Con il tempo, il tuo gruzzolo aumenterà, dato che avrai avuto un flusso di cassa netto positivo per tutta la vita.
  • Risparmia l'X% al mese
    • Risparmiare l'X% al mese è simile al vivere nei limiti delle proprie possibilità, ma con un approccio matematico. Se si risparmia una certa percentuale del proprio reddito al mese, in teoria si sta vivendo all'interno delle proprie possibilità. Se si risparmia, non si spende più di quanto si guadagna.
  • Tieni traccia delle tue spese
    • Questa è la mia regola numero 2 e un elemento che viene trascurato in molti settori della vita. Ciò che viene misurato viene gestito. Il semplice atto di raccogliere le transazioni e categorizzarle in modo organizzato per identificare i punti deboli e i punti di forza delle tue abitudini di spesa può portare a un miglioramento.

Il punto è che tutti questi aspetti possono essere riassunti con l'affermazione "la finanza personale è personale". In realtà, se vuoi vivere viaggiando per il mondo, allora inizierai a modificare il tuo budget, a vivere entro i tuoi mezzi e a monitorare le tue spese per ottimizzare la situazione economica, visto che la tua sarà una vita piuttosto nomade e poco prevedibile!
Inizia dal perché e prosegui da lì

 

La regola numero 1 della finanza personale secondo TraDetector

Il bello di avere una Community e dei Cliente che negli anni sono diventati amici è che posso chiedere aiuto per raccogliere ciò che gli altri ritengono giusto per la loro situazione. Ho chiesto quale sia la loro regola numero 1 in materia di finanza personale.
Marco mi ha risposto così: Trovare un’importante reason why. Una volta che hai capito il tuo perché, scopri come trasformarlo in un “come”

Un pensiero sintetico e potente in linea con la finanza personale è personale. Grazie, Marco, per il tuo contributo!

Diego, un Cliente di OverPerform, dice: Ciò che viene misurato viene gestito. Questo porta alla consapevolezza di sé, che è la quintessenza della finanza personale. Ma altre regole che seguo sono: non condividere i numeri con nessuno, non vantarsi, non invidiare, rimanere concentrati e festeggiare tutti i traguardi.

Mi piace: ciò che viene misurato viene gestito, è così importante! Grazie Diego.

Luisa invece dice: Automatizzate i vostri risparmi. Ad esempio, impostare il prelievo dei contributi INPS, per chi è libero professionista, dal conto corrente ogni mese è un'ottima soluzione, in quanto elimina una preoccupazione in più. Inoltre, vi evita di vedere denaro extra sul vostro conto bancario che potreste essere tentati di spendere per cose di cui non avete bisogno.

Sono completamente d'accordo con questo consiglio. Se non vedete mai il denaro, perché è automatizzato e lontano da voi, non potete spenderlo! Grazie Luisa per il tuo contributo.

Questi pochi contributi dimostrano che la finanza personale è personale. Ognuno ha una visione diversa di ciò che è importante per la propria situazione!

 

Conclusione

Partendo dal perché e capendo cosa si vuole fare nella vita, si potrà migliorare la propria situazione finanziaria.

È così semplice, eppure molte persone non dedicano il tempo necessario di porsi prima le domande giuste, e poi seguire con il mettere in atto il loro piano – sia che si tratti di un bilancio, sia che si tratti di risparmiare l'X% al mese, sia che si tratti di pagare i debiti per il futuro.

Dopo aver letto questo articolo, vorrei che valutasti la tua situazione finanziaria. Qual è il tuo sogno? Che tipo di stile di vita vuoi vivere ogni giorno? Le tue abitudini e azioni finanziarie sono in linea con i tuoi obiettivi?

Una volta terminata questa valutazione, potrai apportare modifiche e cambiamenti per raggiungere i tuoi obiettivi e i tuoi sogni.

Diventa un PRO del denaro e scopri come creare, gestire, proteggere e aumentare la tua ricchezza!

SCOPRI TRADETECTOR PRO